Altamura: sequestro di ingenti quantità di rifiuti speciali In Primo Piano

Nell’ambito del piano di controllo del territorio finalizzato a prevenire e reprimere traffici illeciti, coordinato dal I Gruppo della Guardia di Finanza di Bari, i militari della Compagnia di Altamura hanno sequestrato una discarica abusiva e denunciato il responsabile ad Altamura. 

Presso un'azienda di Altamura è stata trovata una vera e propria “montagna” di rifiuti speciali, una parte dei quali in pessimo stato di conservazione. Sul posto i militari hanno controllato il carico del mezzo, costituito da 8 tonnellate di materiale spugnoso proveniente da Acerra (Napoli) e destinato alla ditta altamurana. Successivamente la pattuglia ha esteso le attività di controllo all’impresa nel cui piazzale erano stoccati enormi quantitativi di rifiuti costituiti da materiale spugnoso misto a stracci, pellame e metallo, nonché legno, plastica, tubi, ferraglia, rifiuti derivanti da attività di autoriparazione e fili elettrici.

Le Fiamme Gialle hanno richiesto al titolare dell’impresa di esibire sia la documentazione amministrativo-contabile legittimante il possesso del materiale rinvenuto sia le autorizzazioni amministrative previste dalla normativa ambientale in materia di recupero, trattamento e gestione dei rifiuti. Tuttavia, il rappresentante legale della società è stato in grado di fornire solo scarna documentazione attestante, peraltro, l’acquisto di un minimo quantitativo di materiale spugnoso.

Di conseguenza, i Finanzieri hanno sottoposto a sequestro l’intera area di complessivi 1.400 metri quadrati, contenente oltre 1.050 tonnellate di materiale che è risultato avere natura di “rifiuto speciale”, e hanno denunciato il responsabile dell'impresa per il reato di “Attività di gestione di rifiuti non autorizzata”. Contestata pure l'evasione dell'ecotassa per 163.000 euro.