Cassano delle Murge (BA): arresto per incendio e stalking nei confronti della ex fidanzata In Primo Piano

Nella mattina di ieri, i Carabinieri di Cassano delle Murge hanno tratto
in arresto C.L., di anni 40, in esecuzione di un’ordinanza di custodia
cautelare in regime di arresti domiciliari, emessa dal GIP di Bari su
richiesta della locale Procura della Repubblica.



Il provvedimento è scaturito dalle indagini condotte dai militari
dell’Arma a seguito dell’incendio, nella notte di Capodanno, di
un’autovettura, parcheggiata in una via del centro abitato. Nella
circostanza, il veicolo andava completamente distrutto dalle fiamme,
nonostante l’intervento dei Vigili del Fuoco.

Le serrate investigazioni condotte dai Carabinieri della Stazione di
Cassano delle Murge, coordinate dalla Procura di Bari, hanno permesso di
identificare, anche mediante l’acquisizione delle immagini video di
alcune telecamere presenti nella zona, il responsabile del
danneggiamento e di accertare che lo stesso aveva agìto per ritorsione
nei confronti dell’ex fidanzata, che aveva deciso di interrompere la
relazione con il 40enne. I Carabinieri hanno accertato anche ulteriori
responsabilità a carico all’uomo il quale, già da tempo, si era reso
responsabile di svariati atti persecutori, consistenti in molestie
psicologiche, pedinamenti, minacce e maltrattamenti, che avevano causato
nella donna un perdurante stato di paura, oltre il timore per la propria
incolumità.

In virtù di quanto emerso dall’attività investigativa, l’indagato,
sottoposto agli arresti domiciliari in Santeramo in Colle, dovrà
rispondere delle accuse di danneggiamento a seguito di incendio e di
atti persecutori.