Santeramo: Baldassarre, sarà dura lotta agli evasori della TARI In Primo Piano

"Non ci saranno più giustificazioni: con l’assessore all’ambiente Labarile e di concerto con il Comando di Polizia Locale e la dirigente dell’ufficio tributi, abbiamo deciso, come promesso, di avviare un’azione incisiva di accertamento delle cosiddette utenze fantasma della TARI". Lo annuncia il sindaco di Santeramo Fabrizio Baldassarre.

"È ormai nota - aggiunge - la mia implacabile guerra a chi abbandona i rifiuti in città o nelle campagne del nostro territorio. È noto che abbiamo disseminato numerose fototrappole in tutto il nostro territorio che ci stanno permettendo di multare gli sporcaccioni. Ma adesso vogliamo affrontare seriamente il problema alla radice: la fondamentale e concreta spiegazione degli abbandoni di rifiuti è quella che chi non conferisce i rifiuti con le pattumelle della differenziata evidentemente le pattumelle non ce le ha perché non le ha mai ritirate perché non esiste ai fini della tassa rifiuti.

Ma perseguiremo anche le occupazioni di non residenti che comunque producono rifiuti: in questo caso i proprietari possono aver concesso l immobile senza relativo regolare contratto di locazione. Ho chiesto, pertanto, alla polizia locale di andare a bussare da domani alle porte di quei cittadini che occupano un immobile e che non lo dichiarano ai fini della tassa rifiuti e che, furbescamente, fingono di non esistere per eluderne il pagamento.

Abbiamo ricavato, dall’incrocio delle banche dati catastali con quelle delle utenze, una lista dei “sospetti” evasori. Questi riceveranno da domani la visita degli agenti. E saranno tenuti a quel punto a pagare anche per gli anni precedenti con pesanti sanzioni. Se invece, con ravvedimento personale, quelle persone, prima di ricevere la visita della Polizia locale, si dichiareranno spontaneamente all’ufficio tributi, potranno pagare gli importi pregressi senza sanzioni" - conclude il primo cittadino.